CORTILE IN COMUNE BANNER SITO FIU

13.07.2021

Dopo 16 appuntamenti in 3 settimane, il coinvolgimento di 23 tra istituzioni e realtà culturali cittadine e nazionali per oltre 50 ospiti, si conclude al Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio la seconda edizione di Cortile in Comune.

La rassegna culturale curata dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana, che ha aperto per il secondo anno consecutivo nel rispetto delle normative anti-covid, ha collezionato nel 2021 circa 1500 presenze complessive per tutti gli eventi che erano a ingresso libero su prenotazione.

Un risultato importante, per un luogo che è diventato così uno spazio di discussione, partecipazione e incontro fra pubblici, linguaggi e visioni e che per questa edizione ha affrontato il tema della “cura del presente”, inteso come capacità di connessione profonda con gli interrogativi ed i cambiamenti che attraversano la fase storica attuale, di rimanere nel problema come strumento di resistenza, di costruzione e di ridefinizione di nuovi equilibri basati sulla cura dell’altro, delle relazioni, dei corpi e del reale.  

La programmazione delle serate ha visto il coinvolgimento diretto del Comune di Bologna (in particolare con la partecipazione di Patto per la Lettura, Bologna città della musica UNESCO, OfficinAdolescenti e Informagiovani), Biblioteca Salaborsa, Fondazione Cineteca di Bologna, Istituzione Bologna Musei. 

Alla rassegna hanno inoltre collaborato diverse realtà culturali attive in ambito cittadino che hanno collaborato ad animare il cortile trasformandolo in una piazza di dialogo e confronto: BOOM! Crescere nei libri, Canicola Edizioni, We Reading, Summer School In Global Studies And Critical Theory dell’Università di Bologna, Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, Master in Innovation Design Unibo, Rivista Pandora, Mambo, Motus - Santarcangelo dei Teatri, Mediterranea Saving Humans, Cantieri Meticci, e con gli artisti Alberto Bebo Guidetti, Comacose, Willie Peyote, Cimini. 

Cortile in comune è una delle azioni promosse dal Comune di Bologna e coordinate dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana verso la costruzione del Quadrilatero della Cultura - Laboratorio Aperto della città di Bologna (programma di finanziamento Asse 6 “Città attrattive e partecipate” dei fondi del Programma Operativo Regionale FESR Fondo europeo sviluppo regionale 2014-2020). La rassegna è inoltre parte di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica.